Junceum

L’Azienda Agricola “Junceum” di Michele Napolitano con sede in Vibo Valentia alla località “Cancello Rosso” nasce essenzialmente dalla convinzione che l’attività lavorativa e quella agricola – in primis – rappresentino la chiave di volta nel concetto di uguaglianza e concreta opportunità di inclusione sociale quanto lavorativa, soprattutto delle persone con abilità diverse e di quanti vivono nel disagio, anche temporaneo.

L’agricoltura è – infatti – l’attività che più avvicina l’uomo all’ambiente, lo abitua ai cicli produttivi, alle stagioni. Lo “educa” al rispetto dei tempi, alla necessità delle cure, ai quotidiani progressi, alle attese… talvolta, anche alle sconfitte come normale possibilità di un percorso di vita. L’agricoltura risponde, senza pregiudizi, alle attenzioni e premia con frutti che non portano – mai ed in alcun modo – i segni della diversità.

Anche grazie al protocollo d’intesa sottoscritto nel 2012 con l’Associazione di Volontariato “La Goccia” è stato possibile avviare, contestualmente alle tradizionali attività agro-zootecniche, iniziative – in collaborazione con alcuni volontari – di coltivazione delle piante e di cura degli animali presso il fondo aziendale che si estende per una superficie agricola di quasi 11 ettari.

I terreni, ubicati sostanzialmente in una delle più belle aree peri urbane della città di Vibo Valentia, rappresentano un luogo ideale e facilmente raggiungibile. Un contesto dove gli animali ( asini, caprette, galline, suini, etc.), allevati con finalità prioritariamente terapeutiche, rappresentano, soprattutto per i più piccoli, un’esperienza importante. Le attività, di fatto, rappresentano un modello di “buone pratiche” che, attraverso azioni di “Agricoltura Sociale”, oggi rappresentano un modello per un nuovo ed alternativo welfare locale.

L’azienda agricola “Junceum”, grazie soprattutto all’intesa pluriennale con l’associazione di volontariato “La Goccia”, ha potuto costruire un forte e significativo partenariato locale che registra l’adesione di soggetti privati e pubblici che, in fattoria, si occupano, con competenze e ruoli diversi, di tematiche sociali, sanitarie e culturali, così come di tutela e valorizzazione del territorio, della sua storia e delle tradizioni.

La “Junceum” è iscritta negli elenchi regionali ed è autorizzata all’esercizio dell’attività di “Fattoria Didattica e Sociale” ai sensi di quanto disposto dalla L.R. n° 14 del 2009.

Condividici...